Portale » ITER, F4E e DEMO

ITER

Il progetto ITER (International Thermonuclear Experimental Reactor) rappresenta un passaggio chiave verso la futura realizzazione di un reattore commerciale per la produzione di energia da fusione nucleare. Obiettivo di ITER è dimostrare la fattibilità scientifica e tecnologica della produzione netta di energia a partire da reazioni di fusione. 

Sette partners partecipano alla realizzazione del reattore attualmente in fase di costruzione a Cadarache (Francia): Unione Europea, Cina, Corea del Sud, Giappone, India, Russia e Stati Uniti. La quasi totalità dei componenti verranno realizzati dai partners internazionali nell’ambito di contratti specifici stipulati con l’ITER Organization (ITER IO) per poi essere consegnati ed assemblati direttamente nel sito francese.

Il reattore è di tipo Tokamak, a lungo impulso, all’interno del quale una miscela di Deuterio-Trizio verrà impiegata per la produzione netta di energia fino a 500 MW e nel quale le reazioni di fusione potranno per la prima volta autosostenersi. Il successo di ITER porrà quindi le basi per il futuro prototipo di centrale a fusione, DEMO, primo reattore dimostrativo per la produzione di energia elettrica da fusione, la cui costruzione è prevista avere inizio a partire dal 2030.

Il reattore ITER
Immagine del tokamak ITER in fase di realizzazione a Cadarache. Fonte immagine: www.iter.org

 

ITER site - Aerial View 1
ITER site - Aerial view 2015. © Matthieu Colin.
 
ITER Aerial view  3
Photo: ITER Organization/EJF Riche - August 2017

 

Le caratteristiche di ITER

Ognuno dei Paesi partecipanti alla costruzione di ITER è dotato di una Domestic Agency la quale ha il compito di governare le forniture ad ITER. Nel caso dell’Unione Europea i rapporti con l’ITER IO sono gestiti dall’Agenzia Europea “Fusion for Energy (F4E)” istituita appositamente nel 2007 e con sede a Barcellona.

IFP partecipa alla realizzazione di ITER e contribuisce attivamente in specifici aspetti che coprono un vasto spettro di competenze di fisica e tecnologia dei plasmi fusionistici. 

Per saperne di più: Partecipazione di IFP a contratti ITER IO e F4E

DEMO

Da ITER al reattore commerciale il passo sarà unico e si realizzerà con DEMO, prototipo di reattore non sperimentale e per il quale sono già avviati studi e progetti concettuali. 

Quali gli obiettivi di DEMO?

  • produzione netta di circa 1,5 GW elettrici, a partire da una una potenza da fusione prodotta di 2,5-5 GW;
  • produzione della quantità di trizio richiesta per la chiusura del ciclo combusibile;
  • dimostrazione dell’efficacia di tutte le tecnologie necessarie alla costruzione di centrali a fusione.

Quando tutto questo?

Entro il 2050, secondo quanto fissato dalla Roadmap Europea condivisa, avendo alle spalle almeno 10 anni di operazioni di ITER (da avviare entro il 2040) e vincolando così l’inizio della sua costruzione all’inizio degli anni ’30.

 

Questo sito è conforme ai seguenti standard: