Portale » In Primo Piano Un passo in avanti per DTT

La X Commissione (Attività produttive, commercio e turismo) della Camera dei Deputati, a seguito di diverse audizioni informali di alcuni esperti italiani ed europei nel settore fusione, tra cui i Direttori dell’IGI-Padova, dott. Vanni Antoni, e dell’IFP-Milano, dott. Maurizio Lontano e il Presidente del Consorzio RFX-Padova, Prof. Francesco Gnesotto, ha approvato due risoluzioni che sollecitano il Governo ad assumere iniziative per la realizzazione del progetto europeo in Italia.

Come sottolinea il Presidente dell'ENEA Federico Testa "Si tratta della conferma dell'impegno di Parlamento e Governo nella direzione di favorire la localizzazione nel nostro Paese di infrastrutture di ricerca di frontiera che possono avere grandi ricadute sul tessuto imprenditoriale e per il consolidamento di filiere produttive di eccellenza".

Il Divertor Tokamak Test facility nasce su impulso dell’ENEA in collaborazione con CNR,  INFN, Consorzio RFX, CREATE (Consorzio di Ricerca per l’Energia, l’Automazione e le Tecnologie dell’Elettromagnetismo) e alcune tra le più prestigiose università e aziende italiane leader nel settore, con l’obiettivo di rappresentare l’anello di collegamento tra i grandi progetti di fusione nucleare ITER e DEMO. 

DTT mira a fornire risposte scientifiche e tecnologiche a questioni cruciali, quali lo smaltimento dell’energia nei reattori a fusione che costituisce una delle maggiori criticità del processo di fusione a confinamento magnetico.

La tecnologia alla base di DTT sarà la stessa utilizzata per ITER, ma con in più la possibilità di eseguire test di configurazioni magnetiche innovative e nuovi materiali come i metalli liquidi.

Per saperne di più: 

 

13 Aprile 2017.

 

Questo sito è conforme ai seguenti standard: