Portale » In Primo Piano Conceptual Design Review per lo spettrometro γ di ITER
Ricercatori di IFP, insieme ad altri colleghi europei, stanno progettando un sistema di camere gamma da integrare all'interno della diagnostica Radial Neutron Camera di ITER, quest'ultima sviluppata da un consorzio europeo sotto il coordinamento dell'ENEA di Frascati.
 
Il 29-30 settembre 2017 il team RGRS si è riunito a Cadarache, insieme a rappresentanti di ITER, F4E e altri esperti europei per la revisione concettuale del sistema.

L'obiettivo di ITER è quello di ottenere un plasma dal quale produrre 500 MW di potenza da fusione per un tempo dell'ordine di centinaia di secondi. Uno degli elementi chiave per raggiungere questo obiettivo è lo studio delle particelle α (nuclei di Elio) prodotte dalla reazione di fusione Deuterio-Trizio, secondo lo schema D + T -> α + n.
 
Il sistema chiamato Radial Gamma Ray Spectrometer (RGRS) misura l'emissione di raggi γ di 4,5 MeV dalla reazione di particelle α con le impurezze di berillio, 9Be (α, nγ) e da ciò può diagnosticare la distribuzione spaziale delle particelle alfa nel plasma e fornire informazioni sulla loro distribuzione di velocità. 
 
Gamma emission and RGRS lines of sight
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
In figura:  simulazione di emissione di raggi γ 4.5 MeV associata alla reazione nucleare 9Be(α,nγ) 12C e linee di vista della Radial Gamma Ray Spectrometer.
 
 

09 Ottobre 2017.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Questo sito è conforme ai seguenti standard: