Portale » Attività in evidenza Ricerca e Rapporti di Attività Programma "Medium Size Tokamaks"

Nel Febbraio 2014 il programma MST-1 (Medium Size Tokamaks) ha preso avvio con una campagna sperimentale dedicata sul tokamak  ASDEX Uprgade (AUG) durata 6 mesi. All'interno del programma hanno trovato spazio studi di ottimizzazione degli scenari ibridi in presenza di parete metallica, controllo delle instabilità del plasma e delle impurezze e studi di possibili configurazioni al divertore.

AUG è stata l'unica macchina a disposizione del Programma EUROfusion nel 2014, dal momento che sia TCV che MAST (gli altri dispositivi co-finanziati dal programma) erano in fase di upgrade. Operativo presso l'IPP di Garching in Germania, AUG è dotato di parete di tungsteno (uno dei materiali previsti anche su ITER) ed è in grado di riprodurre configurazioni di carichi termici alla parete che simulino quelli attesi su ITER. 

Nel 2015 il tokamak TCV ha fatto il suo ingresso nel programma MST-1. TCV è operativo a Losanna (Svizzera) e ha subito recenti sviluppi in termini di potenza addizionale disponibile, sia per quanto riguarda l'iniezione di onde ciclotroniche elettroniche sia mediante l'iniezione di fasci energetici di particelle. E' una macchina estremamente versatile dal punto di vista delle possibili configurazioni di campo magnetico ed è ideale per studi di configurazioni di tipo "snowflakes" al divertore per la riduzione dei carichi termici alla parete.

Il tokamak sferico MAST, operativo in UK presso il CCFE è tuttora in fase di upgrade e una volta entrato nel programma consentirà di effettuare studi principalmente di configurazioni di tipo "super-X" al divertore, anch'esse volte a ottenere una distribuzione ottimale del carico termico nella zona del divertore stesso. L'inizio della campagna sperimentale di MAST per MST-1 è previsto per il 2016.

 

IFP è coinvolto attivamente al programma internazionale MST-1, con proposte specifiche di esperimenti e partecipando alle campagne sperimentali.

Per quanto i principali temi oggetto di studio da parte di IFP nel programma MST-1 si segnalano:

  • Tematiche relative al trasporto: 
    Scenari di tipo "Integrated improved H-mode scenario"
    Leggi di scala adimensionali per i parametri ρ and β per il confinamento e la turbolenza in scenari standard e di tipo improved H-modes
    Riscaldamento centrale di ioni su AUG
  • Tematiche relative all'utilizzo di ECRH:
    Meccanismo di attivazione di modi NTM in regimi a bassa rotazione e assenza di triggers;
    Controllo di modi NTM mediante ECCD
    Schema di riscaldamento O1 previsto per ITER
    Controllo di disruzioni
    Esperimenti di pulizia della parete (Wall Cleaning) utilizzando onde EC
    Controllo di instabilità di tipo ELMs attraverso deposizione di onde EC al bordo
  • Tematiche relative allo studio di Ioni veloci:
    Studio dell'induzione di corrente con fasci di neutri Off-axis
    Studio degli effetti di instabilità Alfvén su ioni veloci
    Studio degli effetti di instabilità di tipo dente di sega "sawteeth" su ioni veloci
    Studio dell'effetto combinato di instabilità di tipo ELMs e perturbazioni magnetiche su ioni veloci 

 

Ulteriori informazioni circa la partecipazione di IFP al Programma MST1 nella sezione Sperimentazioni in corso 


Questo sito è conforme ai seguenti standard: